Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog

Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog.

Voglio sentirmi libera di parlare di qualunque cosa gironzoli per la mia testolina con il linguaggio che riterrò più appropriato all'argomento o anche solo al mio stato d'animo del momento; e voglio che anche chi commenta i miei post possa fare altrettanto; ma non voglio urtare la sensibilità di nessuno. I contenuti forti di un blog non sono necessariamente legati al mondo del sesso: si può parlare in termini crudi anche di politica, religione o dei litigi col vicinato.
Io parlo e scrivo esattamente come vivo: pane al pane e vino al vino, chiamando le cose col loro nome, perché non ho mai avuto paura delle parole. Quindi amici e nemici, passanti di una volta e masochisti fissi, qui si scriverà di tutto, ergo chi vuole resti, chi non vuole vada.
Tutti i commenti sono benaccetti, anche le critiche, purché fatti con intelligenza (per chi la possiede) e con rispetto (che invece pretendo da tutti). Non ho messo la moderazione ai commenti e non cancellerò niente di quanto scriverete, ma ognuno si assuma la responsabilità di ciò che lascia ai posteri e sappia che corre il rischio che io gli risponda.
Rispetto le persone che si sentono offese da alcuni tipi di linguaggio o di argomenti: per loro ho messo le avvertenze sui contenuti del mio blog, ma è un'arma a doppio taglio, perchè chi continua a leggere poi non venga a farmi la morale! Al di lá di qualche imprecazione che non è necessario comunicare alla sottoscritta, non si curi di me ma guardi e passi...
Per sapere chi è lo smanettone con polluzioni notturne che ha reso necessario questo chiarimento andate a leggere il 'Post nudo e crudo' del 18 Settembre 2012

lunedì 31 dicembre 2012

Relativo al post precedente

Quando pubblicai il post precedente nella vecchia piattaforma, arrivarono moltissimi commenti, la maggioranza dei quali, devo dire, davvero esilaranti, lasciati da persone evidentemente intelligenti che seppero leggere l'ironia fra quelle righe e parole e che lo presero per quello che era: uno scritto per ridere delle complicate interazioni maschio/femmina...
Tutti compresero tranne una ragazza, Laura (non pubblico il nick perché credo esista ancora e non voglio creare altri problemi ad una persona che ne ha già tanti di suo; il nome invece, pur essendo proprio, non consente identificazione alcuna. Non so nemmeno se è quello vero, dato che all’inizio si firmava Sarah, con tanto di h finale). La signorina passava spesso dalle mie parti, leggeva tutto e scriveva commenti di vario tipo, spesso a sfondo religioso, citando parti della Bibbia et similia... Essendo sempre stata gentile con me, ho cercato di trattarla allo stesso modo, ma preciso che -nel suo blog- avevo lasciato, tempo addietro, un commento per spiegarle il mio punto di vista sulla religione e sulle associazioni che in qualche modo ad essa fanno capo.
Nonostante tutto ciò, la gentile donzella lasciò un commento lungo e particolareggiato su come vedeva la situazione; io risposi sempre giocando con le parole ed usando i toni sarcastici che mi contraddistinguono anche nella vita di tutti i giorni; la cosa degenerò ed alla fine scrissi un post per mettere in chiaro il mio punto di vista, definitivamente e senza possibilità di fraintendimenti.
Quindi pubblicherò qui di seguito la querelle avvenuta all'epoca e poi, la prossima volta, il post che scrissi, giusto perché altrimenti quest'ultimo sembrerebbe fuori da ogni logica, ed invece ha un perché e siccome evidenzia un altro aspetto del mio carattere, vorrei lo leggeste per capire meglio chi è Maria, nel bene e nel male, pregi e difetti, più i secondi che i primi, in questo caso.

Commento di Laura (ricopiato senza cambiare una virgola, errori inclusi):
Non sono una puritana e non sento odore di santità, ma come al solito ti servo le mie parole con sincerità nel pieno rispetto della tua vita e delle tue scelte. Tu chiedi del buon sesso, ma lo sai che il sesso pur buono che sia, pur appagante che possa essere lascia cmq dietro di sè una scia di vuoto grandissima? Perchè io non ci credo Maria che tu vuoi solo una bella scopata, non ci credo che vuoi solo un orgasmo. E non è che non ci credo perchè il tuo corpo e la tua mente non lo desiderino o perchè sia una cosa meschina. Ma non credo che tu voglia solo questo: perchè tu nascondi dentro di te un grande desiderio di essere amata e di dolcezza. No, non ti sto psicanalizzando, ma leggo tra le righe di quello che scrivi. E non serve Freud per cogliere il bisogno di amore e di AMARE che hai: il tuo desiderare coccole, il tuo voler del tempo dopo l'amplesso. Questo non è contemplato in un coito mordi e fuggi, perchè è sesso...e il sesso purtroppo, solo sesso, è così: vuoto, dove nulla è coltivato. Non sono una santa, ma non sono neanche una puttana, ma non credere che quando ci si ama non si hanno rapporti soddisfacenti. Però la profonda differenza è che se ti sei trovata un VERO uomo, non ha bisogno di chiederti se ti è piaciuto, se "sei venuta" ecc.. Perchè il compagno della tua vita lo capisce dall'odore dei tuoi capelli, dalle pupille dilatate dei tuoi occhi, dai tuoi seni all'insù che sembrano cercarlo ancora e non averne mai a sufficienza di questa passione. Ecco vedi l'amore porta con sè il seme e il germoglio della passione, dove dopo ci sono le coccole, i sorrisi, il tempo di contemplare l'uno il viso dell'altro. Ma per il sesso, non ci sono uomini, ma solo imbecilli con il bisogno impellente di sfogare il proprio isitinto sessuale stufi di masturbarsi da sè. Sono una cristiana, ma sono anche una donna, e posso dirti che solo l'amore, solo una storia seria e fondata sul rispetto e l'affetto può darti quello che cerchi. Quelle vibrazioni, quei sospiri e i gemiti che desideri soffocare sul suo viso. Il succo di tutto questo è che tu stai cercando qualcosa che non troverai così, perchè ricorda che prima del corpo si appaga anche il cervello e il cuore. Questo è quello che penso, e mi sembrava giusto dirtelo, come dico tante altre cose. Le mogli, le fidanzate non sono delle sante, sono donne come te, donne però di UOMINI che non sparano quelle idiozie sulla pseudo santità delle loro compagne; perchè questi uomini le amano e non hanno bisogno di cercare da te o da altre donne il piacere tra le lenzuola. Solo gli annoiati, chi considera una donna un oggetto con cui sfogarsi, cercano altre donne con cui "accoppiarsi" perchè son già stufi di quella che hanno... Questo perchè il valore che loro danno alle donne è solo quella di un oggetto e in realtà non è che la loro compagna sia una santa, è che sono questi maschi ad essere annoiati di vedere sempre lo stesso buco. Questa è la verità, quella che non dicono, come non ti dicono che cercano te perchè le donne che li conoscono davvero neppure gli danno la minima confidenza. Non ti sto dando della poco di buono, ti chiedo di AMARTI e di chiedere di meglio che del buon sesso. Buon inizio settimana e scusami se forse senza volerlo sono stata un po' dura e un po' troppo diretta. Un abbraccio, Laura
 
Mia risposta dell’epoca al commento:
Cara Laura, ti ringrazio – commossa – del tuo lunghissimo commento in calce al mio post. Grazie soprattutto per le tue spiegazioni, giustamente dettagliate, sulla vita sessuale di coppia. Ho ancora davanti agli occhi l’immagine dei tuoi seni all’insù che cercano il tuo compagno. Sono riusciti a trovarlo? Spero di si. Ah! (sospiro) Mi sfugge, a dire il vero, che tipo di odore emanino i capelli dopo l’orgasmo. Vedi, ho ancora tante cose da imparare; forse dovresti prestarmi la tua collezione di romanzi rosa, così anche io potrò trovare un uomo sul cui viso soffocare i miei gemiti.
Sfido qualunque essere umano a contraddire il fatto che fare sesso con la persona di cui si è innamorati, ricambiati, sia una delle esperienze più esaltanti che il corpo e la mente in sincrono possano provare. L’ho vissuto e so esattamente di cosa parlo. Peraltro lo avevo sottolineato anche nel post. Non lo hai letto questo passaggio? Forse avevi ancora le pupille dilatate e ti è sfuggito; o eri distratta dalla ricerca del tuo compagno. Dovresti rimetterti il reggiseno, secondo me.
Detto e ridetto questo, spero tu sia seduta (e vestita) per concentrarti su quanto segue: so di darti una delusione, ma io sono una persona estremamente fisica, in tutto quello che faccio. Spesso dipingo a mani nude toccando i colori con le dita. Amo mangiare la pizza con le mani. Amo toccare le persone, sia quelle che mi stanno simpatiche a pelle, sia – a maggior ragione – gli amici cui voglio bene: quando li vedo non mi limito al saluto, ma li abbraccio forte e durante la conversazione tocco la loro spalla o il braccio (dopo essermi lavata le mani, giuro!)... Ho un estremo bisogno del contatto fisico con le persone e con le cose, nella mia quotidianità. Ho fatto l’errore di sperare e di inseguire la mia speranza per molto tempo e quindi non posso escludere, visto che sono sola da anni, che trovando un buon amante, degno di questo nome, alla fine non speri di trovarci anche un buon compagno di vita. Rimane il fatto che, per come sono fatta, la sessualità e l’erotismo sono due cose per me irrinunciabili, che cerco (non qui ma in generale, in questa fase della mia vita) a prescindere dal resto. Cerco un incontro di menti superiori attraverso due corpi terreni (ammazza che ho scritto: domani nevica pure a Catania!).
Non ho nessuna intenzione di sposarmi, né di avere figli e sto bene così... Purtroppo ho incontrato, lungo il mio cammino, una valanga di deficienti (nel senso latino del termine) e di incapaci non tanto di scopare, quanto proprio di ESSERCI e quindi da questo punto di vista sono un po’ avvilita; perché neanche a me interessa il ‘dentro-fuori-dentro-fuori-vengo-ti è piaciuto?’... Non ho più 20 anni da un pezzo, i miei ormoni non sono in subbuglio per lo sbocciare della pubertà, non mi sono mai piaciute le sveltine e, soprattutto, ho troppa stima di me stessa per accettare di fungere da svuota palle. Il mio post, fra il serio ed il faceto, con ironia (che molti hanno colto) e in modo anche caricaturale di descrivere situazioni e persone, alla fine era più uno sfogo che una dichiarazione di intenti; dichiarazione che, invece, faccio qui per spazzare via definitivamente ogni dubbio dal tuo cuore: “AAA. Cercasi tronchetto della felicità a cui sia attaccato un maschio pensante. No perditempo. Astenersi prima esperienza”. Spero di trovarlo nel raggio di 30 max 50 km. Ciao Laura!
 
Laura (again):
Personalmente non intendevo nè dare lezioni sulla sessualità di coppia nè tantomeno leggo romanzi rosa. Sono romanzi che non amo e che trovo parecchio noiosi, nonchè devianti da quello che è il vero amore. Cmq sia non ho colto il motivo di questa vena così acida del tuo post: sembra quasi ti abbia offesa o abbia scritto un qualcosa di erotico! Mi scrivi se ho su il reggiseno, mi chiedo davvero da cosa scaturiscano parole così perfide. Non mi sembra davvero di meritarmi tutto questo, non pensavo che potevo offenderti con le mie parole. Non pensavo di ferirti, anzi, io cercavo un altro punto...ma probabilmente tu cerchi semplicemente un pezzo di carne per riempirti. Ebbene, certo la vita è tua, però non credevo di meritare parole così dure. Non credevo che un mio post, scritto con cuore sincero con interesse ad una persona che fino a pochi giorni fa mi scrive che sono cara e sensibile, mi faccia apparire come una stupida che mentre scrive stia nuda. Non so cosa ti passi per la testa, quello che so è che forse per avere il plauso della folla, è divertente anche trattare le persone così. Va bene, fa parte di questo mondo. Io torno nel mio angolo, senza permettermi di commentare oltre. Qui è casa tua e sei stata ben chiara nel far capire, quasi deridendomi, che la mia presenza non è più gradita. Ora la folla ti acclama, brava scrivi cose che agli uomini piace leggere, che alle libertine senza pudore piace leggere. Buon proseguimento Maria, le nostre strade si fermano qui. Con sincerità, Laura

A questo punto le mie ovaie friggevano a tal punto che un semplice commento di risposta non era sufficiente e le dedicai un post dal titolo Adesso basta!
Lo pubblicherò subito dopo questo, ché se no diventa troppo lungo e poi vi arrabbiate : )

8 commenti:

  1. Personalmente, non mi è sembrato che vi fossero dei rimproveri nel primo commento di Laura...
    A suo tempo, ne incrociai altri con blog zeppi di icone religiose e relative deliranti farneticazioni che mi infastidivano molto ma essendo per la Libertà cercavo semplicemente di evitarli e quindi attendo il seguito di quella che considero una sana e divertente lettura.
    I post falli, pure lunghi che non mi arranbbio per nulla...anzi.
    Buon 2013, Bella Gioia. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'espressione "rimprovero" se intesa alla lettera porta alla tua conclusione: nessun rimprovero nel primo commento; MA se invece leggi bene vedrai che il rimprovero c'era e come, anche se nascosto sotto forma di consiglio esortazione ad amarmi, in quanto ancora mi includeva nella categoria 'brava ragazza' ... Quel suo commento mi ha fatto venire l'orticaria alle dita, da cui la mia risposta sotto forma di sfottò... Non compresa... Del resto un cervello non allenato al pensiero critico non può cogliere ironia e sarcasmo...
      Buon duemilatredici anche a te

      Elimina
  2. Sarà, ma io di grandissime strisce di vuoto postcoitali ne ho avute solo quando il succitato coito è riuscito male. Intanto, nella tua interlocutrice c’è un equivoco di fondo, non si capisce perché il sesso fuori dal dorato recinto dell’amore tra due persone che senza amarsi si desiderano debba essere per forza mordi e fuggi. Se posso essere un po’ perfido, il mordi e fuggi è tipico di chi ha poco tempo e deve tornare dal/dalla partner che ufficialmente ama. In genere quelli a cui piace fare sesso cercano di prendersi tutto il tempo necessario. E quando qualcuno ti dice “non voglio psicanalizzarti” è l’esatto momento in cui stanno provando a farlo, in genere con strumenti di analisi da cartina dei baci Perugina.
    A proposito di analisi, nelle parole della tua commentatrice ci sono degli spunti deliziosi.
    “Ora la folla ti acclama, brava scrivi cose che agli uomini piace leggere, che alle libertine senza pudore piace leggere.” Quindi sei apprezzata nel mondo maschile in generale, da tutti gli uomini indistintamente, mentre in quello femminile puoi essere apprezzata solo da libertine senza pudore. A parte la scivolata moraleggiante su pudore e libertinaggio, è interessantissima come distinzione e ci riporta agli incasellamenti del post precedente, viene da chiedersi chi è qui che ha problemi con il sesso.
    “Cmq sia non ho colto il motivo di questa vena così acida del tuo post: sembra quasi ti abbia offesa o abbia scritto un qualcosa di erotico!” Intanto non si capisce perché dovresti essere offesa se avesse scritto qualcosa di erotico. Ma se il retropensiero è che scrivere “un qualcosa di erotico” possa essere considerato paragonabile ad una offesa o comunque sia qualcosa che suscita reazioni acide, continuo a farmi la domanda precedente.
    Ma il capolavoro a mio avviso è lo scambio a distanza sui seni all’insù e la loro insaziabile ricerca del compagno disperso. “Dovresti rimetterti il reggiseno, secondo me.” “ Mi scrivi se ho su il reggiseno … come una stupida che mentre scrive stia nuda …” Non c’è nulla di cos= surreale come quando un piano di pensiero ironico che distorce con un ghigno o un sorriso si incontra con uno serio che prende alla lettera. Sembra che proprio non sia stata nemmeno sfiorata dal sospetto che nel tuo invito a ricoprire le ghiandole mammarie sovraesposte ci fosse un nonsoché di umoristico. O forse non ha mai provato l’esaltante, liberatoria ma peccaminosa sensazione di digitare ignuda.

    Mio Dio, ma esistono altri modi di mangiare la pizza oltre che con le mani ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una logorroica sintetica, che delizioso ossimoro :-P

      Elimina
    2. Certo!
      Perché nel più ci sta anche il meno o, se preferisci, nel troppo c'è anche il poco; è il contrario che non è possibile
      :D
      P.S. io temo di essere, TUTTA, un ossimoro vivente

      Elimina
  3. Ecco....adesso se malauguratamente la tizia passa da queste parti e legge il ns. cazzeggio (mi scusi tizia) precedente, o il breve slancio comunicativo di sopra, a cui ti hanno indotto le Intelligenti Ironiche Intriganti parole di Sympathy, ci lascerà uno scritto sulla perdizione in cui si incorre in codesti luoghi. Che banda di "ingrati"...che non sanno apprezzare i doni ricevuti. All'epoca, io non ero ancora giunto sul TUO blog e come sai la lettura fu postuma; comunque dato che le tematiche del rapporto Fede/LIBERO ARBITRIO m'interessano notevolmente, avrei lasciato un commento diretto alla "pia" donna e facendo riferimento proprio al predicozzo e ai doni per come lei li concepisce: - Già perchè....la capacità di porsi domande non indottrinate, e soprattutto la piena consapevolezza del proprio ESSERE, del proprio UNIVOCO modo di rapportarsi con ogni tematica umana, del proprio profondo modo di vivere la sessualità, non E' forse una piena lode, od un ringraziamento a chi tali capacità e consapevolezze ci ha fornito in dote? E al contempo, non E' offesa l'accettare passivamente dogmi di dottrine e "immagini" di famiglie stile mulino bianco? Se lei si trovasse a bussare alla mia porta, e magari tentasse di farmi leggere il giornaletto della torre, non la caccerei malamente anzi, la farei accomodare in casa, si parlerebbe di tali tematiche e forse.....potrebbe scoprire che i....seni all'insù, assumono tale "assetto" anche durante una situazione intrigante! (si...mi conceda il leggero narcisismo...m'è stato fornito in dote) Ma forse credo lei lo sappia, perchè anche a me sembra che quel commento al post di Maria (già...c'è il post e poi quelli che seguono sono commenti e risposte, lo dico perchè...altrimenti la "confusione dei ruoli" per lei diventa ingestibile) sia sorta di autoconvincimento catartico, oppure....speranza del divenire! E allora...buona appagante e RIEMPITIVA caccia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marcuccio così me la ubriachi!
      Io ho dovuto leggere due volte il tuo commento, visto che ci hai messo dentro almeno una decina di spunti di riflessione..
      Cosa vuoi che ci capisca lei? Ha già ampiamente dimostrato di non esser capace di seguire un discorso più lungo di cinque righe e te scrivi un sermone hahahaha
      Un abbraccio amico mio, un abbraccio forte e sincero come te

      Elimina