Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog

Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog.

Voglio sentirmi libera di parlare di qualunque cosa gironzoli per la mia testolina con il linguaggio che riterrò più appropriato all'argomento o anche solo al mio stato d'animo del momento; e voglio che anche chi commenta i miei post possa fare altrettanto; ma non voglio urtare la sensibilità di nessuno. I contenuti forti di un blog non sono necessariamente legati al mondo del sesso: si può parlare in termini crudi anche di politica, religione o dei litigi col vicinato.
Io parlo e scrivo esattamente come vivo: pane al pane e vino al vino, chiamando le cose col loro nome, perché non ho mai avuto paura delle parole. Quindi amici e nemici, passanti di una volta e masochisti fissi, qui si scriverà di tutto, ergo chi vuole resti, chi non vuole vada.
Tutti i commenti sono benaccetti, anche le critiche, purché fatti con intelligenza (per chi la possiede) e con rispetto (che invece pretendo da tutti). Non ho messo la moderazione ai commenti e non cancellerò niente di quanto scriverete, ma ognuno si assuma la responsabilità di ciò che lascia ai posteri e sappia che corre il rischio che io gli risponda.
Rispetto le persone che si sentono offese da alcuni tipi di linguaggio o di argomenti: per loro ho messo le avvertenze sui contenuti del mio blog, ma è un'arma a doppio taglio, perchè chi continua a leggere poi non venga a farmi la morale! Al di lá di qualche imprecazione che non è necessario comunicare alla sottoscritta, non si curi di me ma guardi e passi...
Per sapere chi è lo smanettone con polluzioni notturne che ha reso necessario questo chiarimento andate a leggere il 'Post nudo e crudo' del 18 Settembre 2012

domenica 16 marzo 2014

Mi serve un prete ....


.... ma uno bravo, però ....
Cose successe negli ultimi dieci giorni (equivalenti, a mio avviso a ciò che può succedere agli altri in un anno):
1) si rompe il microonde, il magnetron, praticamente ciò che emana le micro onde appunto... Portato in assistenza, tenuto tre giorni, riparato, ovviamente a pagamento (ma comprarne uno nuovo equivalente sarebbe costato di più)
2) si allenta la maniglia esterna della portiera lato guida della Volks costringendo la sottoscritta a manovre delicatissime, notoriamente non appartenenti al suo solito modo di fare, per poter entrare in macchina senza rimanere con la maniglia in mano ed essere costretta ad entrare dall'altro lato o peggio dal portellone posteriore (cosa peraltro accaduta in passato, non per rotture di parti dell'auto, ma per la civile incapacità del guidatore catanese medio che quando deve parcheggiare se ne fotte allegramente dell'eventuale intralcio procurato alla macchina adiacente; avete presente le linee di parcheggio a spina di pesce? Ecco, io una volta mi sono ritrovata nell'impossibilità di entrare nella mia auto da entrambi gli sportelli, perché due imbecilli si erano affiancati uno di testa e l'altro di culo lasciando pochi cm fra le auto e lasciando a sé parecchio spazio per uscire. Dopo aver suonato per quasi 20 minuti, stanca e con la fretta di rientrare a casa, ho preso l'intelligentissima decisione di entrare dal portellone posteriore. Immaginate la scena: apro, smonto la grata per i cani, abbasso lo schienale del sedile posteriore ed a quattro zampe entro nella Volks. Poteva andare liscia? Nooooo "Signorina scusi che sta facendo?" - io, senza voltarmi, 'Fatti i cazzi tuoi' - "Signorina esca da quest'auto e porga i documenti, prego" - 'Ma che cazz.... Salve Gentilissimo Illustrissimo Signor poliziotto' .... )
3) parte l'audio dell'ipad, portato in assistenza Apple, non c'è niente da fare, dopo cinque ore torno a casa con un ipad nuovo di zecca. Per fortuna era in garanzia, ancora per pochi giorni.... (Quando si dice il c..o, ehm cioè la fortuna)
4) si impalla il router dopo un aggiornamento ed il tentativo di fargli vedere il nuovo ipad.... Dopo diversi snervanti tentativi della sottoscritta che non capisce un tubo di tecnologia e dintorni (ed anche di qualunque cosa funzioni grazie ad una presa collegata alla corrente elettrica, ma questa è un'altra storia), alle due di notte si va a nanna. Lunedì l'assistenza Netgear in poco meno di due ore sistema tutto via telefono, perché anche il router era ancora in garanzia per l'ultima manciata di giorni (lo so, sono fortunata, ma mi pare di averlo scritto a chiare lettere in un altro post di avere un di dietro delle dimensioni di una portaerei, ce l'avrà pure un lato positivo 'sta disgrazia o no?). A difesa del ragazzo che ha avuto la sventura di dovermi dare assistenza tecnica (grazie Agostino, la mia stima nei secoli) devo sottolineare che: (a) lui non poteva vedere la schermata del mio computer e (b) doveva spiegare a me, totalmente imbranata e lenta di comprendonio, cosa fare passo passo per resettare e riprogrammare l'admin del router.... Poveraccio, avrà chiesto le ferie, dopo....
5) prendo un leggero stiramento al gluteo esterno sinistro, voltaren gel e riposo, zoppicando per qualche giorno, niente di grave
6) si rompe la maniglia interna della portiera della Volks, portata dal carrozziere viene sistemata alla meno peggio, visto che l'auto è del 2001, ha 120.000 km ed io momentaneamente non c'ho fregola di spenderci altri soldi, dopo averne spesi un botto per cambiare nel giro di un mese, dicasi un mese, l'anello airbag lato guida, la batteria, le 4 candele (che non so se lo sapete ma in una Volkswagen costano quanto la Germania) e altra robetta simpatica
7) si rompe la lavatrice, non si può riparare, se ne acquista una nuova
8) esco con le bimbe per la normale passeggiata; Zara (18kg) fa la popò, passo il guinzaglio nella mano sinistra dove tengo anche Nera (28kg) e mi accingo a raccogliere il deposito con un sacchettino mentre un esemplare di felino randagio pensa bene di passare in quel preciso istante, in quella precisa aiuola... I cani partono in modalità "ti scanno" e quasi 50 kg di muscoli pelosi con la coda si portano via il mio braccio... Doloreeeeeeeee.... Successiva ecografia, strappo al bicipite, "è stata fortunata signorina, poteva rompersi il tendine e avremmo dovuto operarla con tempi di recupero parziali e moooolto lunghi; invece si è solo formato un buco di alcuni centimetri nel muscolo del suo bicipite brachiale sinistro.... È un po' come se il gruppo di continuità avesse salvato il suo pc. Non si preoccupi in tre settimane, un mese al massimo potrà tornare a fare le cose normali, mentre per tornare ad allenarsi e comunque sostenere pesi con quel braccio meglio far passare due mesi" .... Che bello! Ma quanto sono contenta! Fisioterapia un giorno si ed uno no con macchinari vari (a pagamento, c'è bisogno che lo specificio?), mi raccomando non guidi, si certo come no, tanto è il sinistro, lei è destrorsa no? Non del tutto! Alcune cose riesco a farle solo con la sinistra.... Mi raccomando faccia finta di non avere un braccio, non lo usi nemmeno per grattarsi.... Fanculo!
Non so come portare fuori i cani, ho difficoltà a lavarmi, non posso tenere in mano nemmeno la bottiglia dell'acqua perché non ho forza, non so da quanto non rifaccio il letto, la notte se per caso durante il sonno mi giro sul fianco sinistro mi sveglio per il dolore, casa si è riempita di peli uso balle del deserto (tipo film western) che rotolano da una stanza all'altra, sono leggermente, ma proprio una cosa minima, nervosa e sembro uno zombie....
Che ci crediate o meno le bimbe non protestano del fatto che stanno uscendo di meno (le porto fuori quando mio papà mi dà una mano a metterle in macchina, si va al parco, poi si ritorna, ma ovviamente le due passeggiate a piedi nei dintorni sono da escludere), mi guardano sempre con i loro occhioni amorevoli ed io quando sono troppo triste spingo la faccia sul loro petto e gioco con le loro orecchie e mi sento meglio.... Una leccatina da parte loro, una carezzina da parte mia e la giornata va avanti, sia pure con difficoltà....
Per il resto in questo periodo di assenza sono stata concentrata su altre cose, tipo cercare lavoro, fare colloqui, mi sono iscritta in palestra (a settembre) ed ho ripreso ad allenarmi seriamente (nonostante gli episodi che ho raccontato)... Insomma sto riprendendo la mia vita di prima della tragedia che ha colpito la mia famiglia.... La mia vita è sempre stata molto piena di cose e di persone, pur non trascurando mai la scrittura nelle mie famose agende.... Quindi non preoccupatevi se ogni tanto sparisco, in linea di massima è solo perché ho di nuovo voglia di fare cose, vedere gente.... Certo la sfiga è sempre con me, ma questa è cosa nota hahahaha
Vi abbraccio virtualmente tutti....
Adesso ricomincio a leggervi, pian pianino e mi rimetto in pari

P.s. Scrivo che faccio colloqui e cerco lavoro, non perché quello che avevo non c'è più, ma perché la situazione è totalmente degenerata. Non mi va di parlarne, sappiate solo che se la stanno sbrigando l'azienda (che mi ha chiesto di prendere in considerazione la possibilità di ricevere una somma di denaro per andarmene) ed il sindacato (al quale ho dato incarico di prenderli a pernacchie se l'offerta di cui sopra è al di sotto di una certa cifra che io considero adeguata per togliere il disturbo).
Ah dimenticavo, fra le altre cose sono stata eletta come delegata nel direttivo provinciale della FIOM della mia città. Non so cosa ne verrà fuori, ma al momento è una esperienza interessante e sto conoscendo tanta gente che mi piace assai :) Certo per ora non sono in grado di fare nulla, ascolto e cerco di imparare, ma chissà forse un domani potrò dare anche io un contributo o magari non porterà a nulla, ma mi andava di provare e quindi avanti popolo, alla riscossaaaaaaaaaa

8 commenti:

  1. Ciao Maria,
    è piacevole rileggerti. E forse sarebbe meglio un Esorcista, mentre per quanto riguarda me il cambio di nome non ha nulla a che fare con il blog o meglio i blog... non è come sull'altra piattaforma che si doveva assumere un nuovo nickname per crearne uno nuovo.
    Se passi mi fa piacere, ma non importa in quanto la cosa che più mi interessa è che trovi il tempo per ritornare a scrivere post come questo con cui poter interagire e sorridere per il tuo modo di rendere comiche situazioni drammatiche. Siamo strani, noi umani che ridiamo vedendo ad esempio cadere una Persona preoccupandoci (eventualmente) dopo se si è fatta male. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Mauri,
      quando ho scritto che mi serviva un prete mi riferivo proprio ad un esorcismo, vista la rivolta anarco-suicida dei miei elettrodomestici ed apparati elettronici vari !!!
      Ti ho già inserito nella lista dei blog che seguo, verrò a trovarti, anche se una sbirciata l'ho già data
      Ti abbraccio

      Elimina
  2. Non ho molta simpatia per i preti men che meno per il clero. Penso che potrebbe essere efficace un aiuto concreto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. .... ehm Guido, non so come dirtelo .... Il titolo di questo post è assolutamente, totalmente ironico ....
      Con rarissime eccezioni nemmeno io ho un buon dialogo con preti suore e affini laici, ma capisco che non conoscendomi e non avendo letto tutto il resto del blog non potevi saperlo ....
      Grazie per esser passato :)

      Elimina
    2. Dimenticavo .... Se per aiuto concreto ti riferisci ad una colletta per riparare i danni sono d'accordo hahahaha oppure, in alternativa, se conosci un bravo idraulico che ama talmente tanto il suo lavoro da farlo gratis, fammi un fischio ;) .....
      P.S. A scanso di equivoci sto scherzando per entrambe le ipotesi

      Elimina
    3. ahahahhaha, spiritosissima come sempre!

      Elimina
  3. Come diceva il compianto Freak Antoni, la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo. Affrontarla con un sorriso è la strategia migliore, almeno non le dai la soddisfazione di farti vedere incazzato. La cosa del portellone posteriore io l'ho fatta a rovescio, e non spetta a me difendere i parcheggiatori catanesi ma a me accadde in Alto Adige in un parcheggio a 2000 metri, strapieno di escursionisti. C'è solo un posto libero, tra due auto che si sono messe comode al limite della riga. La gente arriva e se ne va, nessuno osa entrarci. Guardo, intimo alla mia famigliola di scendere e mi infilo senza pietà nel buco libero. Sono perfettamente nel mio spazio ma su entrambi i lati ho tre millimetri da portiera a portiera, quindi con grande dignità esco dal portellone posteriore. Non voglio pensare alla quantità di improperi che devo essermi beccato, ma una delle due auto aveva targa tedesca e almeno metà non li avrei capiti.Sì, sono prolisso e ingombrante nello scrivere, ma lo sai :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti amo lo stesso anche se fai parte della categoria parcheggiatori abusivi hahaha se tu sei prolisso e ingombrante nello scrivere io vado a nascondermi in qualche caverna subito ;)
      Ciao mio adorato Ulisse hehehehe

      Elimina