Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog

Del perché c'è il bollino rosso all'ingresso del mio blog.

Voglio sentirmi libera di parlare di qualunque cosa gironzoli per la mia testolina con il linguaggio che riterrò più appropriato all'argomento o anche solo al mio stato d'animo del momento; e voglio che anche chi commenta i miei post possa fare altrettanto; ma non voglio urtare la sensibilità di nessuno. I contenuti forti di un blog non sono necessariamente legati al mondo del sesso: si può parlare in termini crudi anche di politica, religione o dei litigi col vicinato.
Io parlo e scrivo esattamente come vivo: pane al pane e vino al vino, chiamando le cose col loro nome, perché non ho mai avuto paura delle parole. Quindi amici e nemici, passanti di una volta e masochisti fissi, qui si scriverà di tutto, ergo chi vuole resti, chi non vuole vada.
Tutti i commenti sono benaccetti, anche le critiche, purché fatti con intelligenza (per chi la possiede) e con rispetto (che invece pretendo da tutti). Non ho messo la moderazione ai commenti e non cancellerò niente di quanto scriverete, ma ognuno si assuma la responsabilità di ciò che lascia ai posteri e sappia che corre il rischio che io gli risponda.
Rispetto le persone che si sentono offese da alcuni tipi di linguaggio o di argomenti: per loro ho messo le avvertenze sui contenuti del mio blog, ma è un'arma a doppio taglio, perchè chi continua a leggere poi non venga a farmi la morale! Al di lá di qualche imprecazione che non è necessario comunicare alla sottoscritta, non si curi di me ma guardi e passi...
Per sapere chi è lo smanettone con polluzioni notturne che ha reso necessario questo chiarimento andate a leggere il 'Post nudo e crudo' del 18 Settembre 2012

lunedì 26 novembre 2012

Scoperte (rif. al post precedente)

Questo post, anch'esso del vecchio blog, si riferisce allo stesso uomo del post precedente ed è quindi tratto dall'agenda del 2009

Ieri ( ! ) 
ho scoperto di poter soffrire per amore ancora di più di quanto non abbia sofferto in passato, talmente tanto da aver paura di non farcela a reggere un dolore così profondo, immenso e devastante, come quando ti manca l'aria ed hai la sensazione (talmente nitida da poterla chiamare -in assoluta buona fede- certezza) che il cuore stia per fermarsi da un momento all'altro. 

Oggi ( ... ) 
ho scoperto di poterlo sopportare, pur stando malissimo, pur con alti e bassi, pur con ricadute tremende, come quando ti accorgi che stai sanguinando ma, contemporaneamente, che riesci a stare in piedi, se pur a fatica e inizi a realizzare che -lentamente ma inesorabilmente- ricomincerai a camminare e poi a correre: è solo una questione di tempo. Anche se qualcosa di te non tornerà mai più come prima, perchè questa volta (pensi) era davvero un uomo di cui valeva la pena innamorarsi. 

Domani ( ? ) 
scoprirò di poterlo dimenticare ? come quando incontri qualcuno che non vedi da una vita e che è cambiato completamente e lì per lì nemmeno lo riconosci, perchè non è più la persona che ricordavi, è diverso, talmente diverso da sembrare un altro; e pensi che forse non è cambiato lui, ma eri tu che lo vedevi in altro modo ed ora lo guardi ed il cuore mantiene il suo normale ritmo. Ed é solo perchè lo hai incontrato che ti è tornato in mente, perchè tu non ci pensavi più e dopo che lo avrai salutato tornerai a dimenticarlo di nuovo. Non so se una parte di me, per come sono andate le cose (o farei meglio a dire: per come NON sono andate), continuerà a pensare a lui come ad un uomo talmente compatibile da sembrare perfetto per me... ma so che tornerò a sorridere... Purtroppo è un domani ancora lontano.


Aggiornamento:
Sembrava un uomo altamente compatibile con me... Peccato non esistesse! Era un bluff...
Che tristezza scoprire di avere davanti una persona completamente differente e contemporaneamente rendermi conto che aveva mentito anche a se stesso

8 commenti:

  1. Nipote..... ma li mettiamo in una valigia questi diari e ne scriviamo di nuovi? Un abbraccio forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso Zione, fanno parte di me, si vede che ho bisogno di tirarli fuori per fare ordine, non so
      Abbraccio a te

      Elimina
  2. Scoperte di questo genere - ahimé - sono piuttosto frequenti, e non solo in ambito sentimental-amoroso. E spesso non sono neanche errori di valutazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo
      Lieta di rivederti da queste parti
      Un bacione

      Elimina
  3. L'agenda era del 2009, siamo a fine 2012 e ne stai scrivendo. Più che dimenticare, forse è come hai accennato tu, stai ricordando con le giuste distanze, in modo diverso, aiutata probabilmente dalla scoperta che hai descritto nell'aggiornamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non si è più coinvolti emotivamente, può essere utile rivedere alcune posizioni col giusto distacco...
      Inoltre, come ho detto più volte, voglio rimettere in piedi il vecchio blog per poi creare un continuum...
      Questo era un vecchio post...
      Sto cercando di leggerti quando ho un po' di tempo e andando a ritroso, ma non avendo un elenco dei post è un po' complicato...
      Fare una lista in ordine cronologico e metterla da qualche parte a vista, no vero?
      : )

      Elimina
    2. Sono già in ordine cronologico, ma vai pure random, tanto non è un blog intelligente che segue un filo logico, costante [cit.]

      Elimina
    3. Sono oltremodo commossa
      Ora piango
      Prima ti bacio, però, se no ti macchio la camicia di rimmel colato

      Elimina